Dopo svariate ore di gioco, ecco le nostre prime impressioni su GT Sport.


Titolo: Gran Turismo Sport

Genere: Sim racing

Sviluppatore: Polyphony Digital

Data d'uscita: 18 Ottobre 2017

 

Annunciato nel 2015 alla Paris Games Week da Kazunori Yamauchi, padre della serie Gran Turismo, GT Sport arriva a distanza di una settimana in versione demo a tempo limitato su Playstation 4, permettendo ai videogiocatori di farsi un'idea generale su come sarà il titolo nella sua versione finale, noi di Topgamer vi daremo le nostre impressioni su tale titolo.
 

 

Accolti da un avvio piuttosto elegante, il menù di gioco di Gran Turismo Sport si presenta come la pagina di un Browser, dove avremo collegamenti alle varie modalità che il gioco ha da offrire. Partiamo dal semplice fatto che ogni modalità è divisa in categorie: Arcade, Campagna, Sport, Lobby e Panorama. Nella modalità arcade avremo le tipologie di gara più tradizionali: circuito, time trial e derapata, si aggiungono inoltre modalità come il Tour VR e schermo condiviso. La categoria campagna invece, offre un assaggio di ben tre modalità, ovvero: accademia di guida, che rappresenta le ex patenti dei precedenti capitoli, in seguito le sfide missioni che sono delle prove suddivise in varie fasi che avranno una difficoltà progressiva e infine l'esperienze su circuito, una modalità dove avremo occasione di imparare e perfezionare le traiettorie sull'asfalto, in modo da perfezionare sempre di più lo stile di guida. Infine troveremo la modalità sport, dove avremo l'occasione di partecipare a campionati online, ottenendo così dei punti pilota che ci classificheranno in un determinato rango. Troveremo infine la Lobby, dove potremo creare sale d'attesa personalizzate settando le varie impostazioni e giocare con gli amici. A sinistra invece, vi troveremo il garage, dove potremo collezionare i veicoli acquistati, mentre troveremo anche una sezione in cui potremo personalizzare i nostri bolidi e trasformarli in auto livree. Vi ritroveremo anche modalità foto, dove potremo parcheggiare i nostri bolidi di fronte agli scenari più suggestivi e spettacolari che il nostro mondo ha da offrire, dal Colosseo di Roma fino al Monte Fuji in Giappone, passando per i deserti americani, con la possibilità di utilizzare vari filtri e impostazioni da fotografi -quasi- professionisti.
 

 

 

Avremo una manciata di veicoli a nostra disposizione con cui potremo gareggiare in questa demo, che ci permettono di prendere confidenza con una buona varietà di classi di veicoli, anche se purtroppo in questo periodo di prova non vi sarà la possibilità di acquistare altre autovetture, ma anche qui abbiamo un'assaggio dell'intero roster che sarà presente infine nella versione finale del gioco, dove vi troveremo anche alcuni prototipi esclusivi.
 

 

 

Passiamo finalmente al gameplay, dove ritorna il classico sim racing. GT Sport sotto questo punto di vista non cambia, ma si evolve, aumentando la qualità della simulazione con tanto di impostazioni aggiuntive. All'interno di questa beta abbiamo trovato ben 3 piste con tanto di varianti, come i circuiti Dragon Trail e Colorado Springs che contano due varianti, mentre infine troveremo la Northern Isle Speedway, una pista ovale dove potremo scatenare tutta la potenza della nostra vettura. Il circuito di Dragon Trail presenta buoni retlinei e tornanti che dovremo superare con cautela, senza parlare di una doppia curva che potremo affrontare ad alta velocità. Invece Colorado Springs è una pista da rally, con curve larghe che ci porteranno alcune volte ad uscire di strada. Da menzionare purtroppo una fisica alquanto dubbia nella sua performance, senza contare alcuni muri invisibili presenti nelle piste che faranno storcere il naso al giocatore. Per quanto riguarda i pit stop, avremo la possibilità di ripristinare i danni subiti durante la gara, così come il cambio delle gomme, scegliendo quelle adatte alla situazione corrente. Il feeling col pad della Playstation 4 non è uno dei migliori, ma sicuramente con volante e pedaliera, il racing game di Polyphony Digital saprà dare il massimo dell'esperienza di guida simulata.
 

 

Per quanto invece concerne il comparto grafico, possiamo dire che i modelli delle autovetture sono realizzate con un alto livello di dettaglio, ma d'altro canto abbiamo purtroppo delle sbavature in tale comparto, infatti gli elementi di contorno come alberi o addirittura, i modelli delle persone presenti nel gioco, si possono paragonare a quelli visti nei capitoli rilasciati su Playstation 3 o addirittura Playstation 2, ovviamente tenendo conto che si tratti di un sim racing, tali elementi non hanno una grande importanza. Gli abitacoli delle vetture purtroppo non sono dettagliati quanto la carrozzeria, così come l'illuminazione interna che non è completamente al passo del veicolo. Una scelta molto sentita -o sofferta- è la mancanza delle condizioni climatiche dinamiche, infatti potremo selezionare l'orario con cui scendere in pista, senza però poter assistere ai cambiamenti climatici.
 

 

GT Sport, atteso per il 18 Ottobre su Playstation 4, sigla il ritorno di un brand di cui si sentiva molto la mancanza, sperando che i difetti trovati in questa demo temporanea vengano risolti nella versione finale.