IL TALENTO E' NULLA SENZA IL CONTROLLO

Salvatore "Dashing" Neri, amministratore del team competitivo di Rainbow Six Siege su PC, IGP, si racconta così alle nostre pagine.

Player appassionato da quando aveva 5 anni, a cui sono sempre piaciuti gli FPS, e che esordì nella competizione videoludica nel 2012, già negli IGP "All'epoca militavamo su COD MW2".

"All'uscita di Rainbow Six mi aspettavo molto, purtroppo queste premesse eccezionali sono state parecchio limitate, i video dimostrativi dell'E3 del 2015, fecero gridare al capolavoro, ora invece rimane un ottimo videogioco e l'FPS più tattico in circolazione".

"L'IGP si compone di più di un team, è una nostra filosofia che non è apprezzata da tutti: il concetto di clan sembra un po antiquato quando si parla di competizione in FPS, soprattutto in uno strategico come questo[...]Raggiungere il titolo di campioni d'Italia è stata un’esperienza fantastica ed una gioia immensa conseguita da un gruppo di amici prima che di players, nonchè il massimo dell'espressione del nostro concetto di vedere il gioco ed una community. In pochi credevano che potessimo farcela, ed invece abbiamo vinto da outsiders!"

Le ambizioni attuali sono quelle di vincere più GO4 possibili e raggiungere le prossime LAN "Vorremmo espanderci anche in altre realtà, in altri giochi FPS, sicuramente visto il trailer di presentazione di Call of Duty: ci fa ben sperare di creare anche una nuova sezione."

Al momento, il team Chimera, sta dando grandi soddisfazioni riuscendo a vincere l'ultima Go4 Italiana ed aggiudicandosi nella successiva finale un posto per il prossimo Championship battendo i Dragon Power "Ovviamente non ci fermiamo qui! Lavoreremo duramente per qualificarci con i restanti team: gli avversari sono davvero ostici ma noi non ci spaventiamo facilmente".

Il mondo degli eSport in Italia è in costante crescita. ci sono tanti enti come GEC che rendono più facile la promozione e lo sviluppo dell’industria del gaming in Italia "Siamo fiduciosi che in breve tempo qualcosa possa muoversi anche a livello istituzionale dando una corretta legislazione ai giochi online ed alle associazioni legate ad esso[...]Per raggiungere un livello alto negli Esports c'è bisogno di disciplina, allenamento e soprattutto costanza così come in tutti gli altri sport ed è importante che agli sport elettronici vengano dati gli stessi diritti riservati alle altre competizioni".

"Bisogna divertirsi, questo è il principio fondamentale di qualunque cosa venga fatta con passione, di qualsiasi sport o hobby" questo è il messaggio di Salvatore verso chi si sta avvicinando da poco al mondo dei videogiochi competitivi, Senza divertimento è inutile anche provare ad arrivare a livello competitivo. "E' altrettanto necessario imparare a rispettare gli altri, confrontarsi e non peccare di superbia, bisogna raccogliere il massimo da tutte le occasioni con umiltà e voglia di crescere: ricordate: IL TALENTO E' NULLA SENZA IL CONTROLLO"

image

image