Pochi miglioramenti basteranno?


Dopo il buon successo riscosso due anni fa con Dragon Quest Heroes: L’albero del mondo e le radici del male, Omega Force e Square-Enix tornano con un nuovo capitolo: Dragon Quest Heroes II

L’obiettivo della casa di sviluppo nipponica non è mai stato un mistero, cercare di riunire componenti rpg ad un musou per renderlo meno di nicchia e quindi più godibile da una maggioranza di persone che non amano il genere, senza dimenticare l’inserimento di tantissimi personaggi della famosa saga ideata da Yuji Horii e disegnata da Akira Toriyama , che non faranno altro che invogliare i fan storici.

Tutto questo però con sincerità non è mai riuscito a convincere del tutto, il gioco infatti non si dimostra come un vero musou con componenti rpg, ma semplicemente un action rpg, con combattimenti di grandi dimensioni in stile musuou.


Risultati immagini per DRAGON QUEST HEROES II

CUGINI DI BATTAGLIA

Premetto che non voglio dilungarmi troppo sulla trama, anzi, se interessati vi invito a guardarvi i nostri walkthrough sul canale Ufficiale di Topgamer.it

Il gioco non è un seguito del primo capitolo, quindi abbandoneremo le vicende del vecchio eroe Lucyus, trovando nuovi protagonisti, due cugini di nome Lasaar e Theresa.

I due ragazzi, si ritroveranno a dover fronteggiare inizialmente una guerra tra nazioni, scoprendo pian piano di un’antica profezia che sembra aver scatenato il tutto.

Come nel primo capitolo, la trama non spicca di originalità, ma si lascia giocare con tranquillità e spensieratezza, anche se alcune volte i troppi dialoghi, tendono a farti perdere quelle sensazioni.



POCHI CAMBIAMENTI MA ABBASTANZA BUONI

La cosa che davvero fa storcere il naso, sono i pochissimi cambiamenti dal primo capitolo, l’entrata durante tutto il percorso di nuovi componenti del team, in modo identico al primo capitolo, in alcuni casi farà pensare di giocare lo stesso gioco.

La componente gameplay sarà pressoché identica a quella del capitolo precedente, al di fuori di qualche piccola aggiunta, come per esempio il “pluriattacco” o le tipologie di evocazione dei mostri.

Lo svolgimento del gioco è un susseguirsi di piccolissime fasi di esplorazione interrotte da micro e macro battaglie, che vi faranno perdere tanto tempo per poi lasciarvi con l’amaro in bocca.

Per spezzare una lancia a favore di questo titolo, va fatta una menzione alla modalità online, utile molte volte a finire missioni che per la quantità di mostri, vi avrebbero portato via troppo tempo per nulla.




AMBIENTAZIONI, LATO TECNICO E DIREZIONE ARTISTICA

Il gioco si svolge in una regione con “capitale” la città di Accordia, che servirà da “base”.

Li potremo trovare tutto quello di cui i personaggi hanno bisogno: Negozi di Armature e Armi, negozi dove fare alchimia, dove scambiare minimedaglie etc etc. Mentre le battaglie si svolgeranno in ambientazioni variegate ma allo stesso tempo classiche, come ghiacciai, deserti, città diroccate e cimiteri.

Tecnicamente si nota un leggero passo avanti rispetto al capitolo precedente, però non sembra essere risolto il problema delle ambientazioni sempre spoglie e poco “vive”, eccetto per quel numero infinito di mostri (molte volte identici) che vagano nella loro zona.

Può sembrare una cosa ormai “normale”, ma voglio comunque fare una menzione ai disegni di Akira Toriyama che rendono tutto così “magico”, sarà che sono cresciuto a pane e Dragonball, sarà che Dragon Quest VIII: L'odissea del re maledetto è il mio gioco preferito, ma ogni personaggio è caratterizzato in modo incredibile, e anche se su ognuno noterete qualcosa di Goku e Co. non potrete non farveli piacere!.


Risultati immagini per dragon quest heroes 2 battleRisultati immagini per dragon quest heroes 2 new

CONCLUSIONI

Come per il primo capitolo, anche questa volta, mi sento di consigliare il gioco a chi vuole provare un’esperienza di musou diversa, ma con la consapevolezza di non ritrovarsi tra le mani un ottimo gioco, ma solo un buon passatempo.

D'altro canto però l' insufficiente IA, la trama poco interessante e la durata estenuante dei combattimenti purtroppo, possono essere motivi validi per non dare una possibilità al titolo, però se riuscite a trovarlo ad un prezzo scontato,vi suggerisco di dargli una piccola possibilità, perché i disegni e la caratterizzazione dei personaggi, non la troverete in molti altri giochi.


image